Navigazione veloce

Visita guidata Montecitorio

Attestato Montecitorio

Montecitorio: inaugurazione dell’Anno Accademico del Parlamento della legalità internazionale

A Montecitorio, testimoni della bellezza della legalità.

Si sono svegliati all’alba gli studenti dell’“I.C. Omodeo-Beethoven” di Scisciano-San Vitaliano, che con la Dirigente Rosanna Lembo, i docenti, i sindaci Edoardo Serpico e Pasquale Raimo, hanno preso parte alla cerimonia di inaugurazione dell’Anno Accademico del Parlamento della legalità internazionale. Ad accoglierli, nella grande Sala dei gruppi parlamentari, il presidente del movimento culturale Nicolò Mannino, il vicepresidente Salvatore Sardisco, il prof. Sabatella, Dirigente Generale, Capo ufficio legislativo del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, l’onorevole Renata Polverini, vicepresidente della Undicesima Commissione Lavoro pubblico e privato, don Sergio Mercanzin, fondatore del Centro Russia ecumenica, esperto di oriente cristiano.

Insieme per parlare “il linguaggio della legalità e della bellezza in Italia e nel mondo per una cultura di solidarietà e di sviluppo del Paese”.

Stupore, curiosità, tante emozioni negli occhi, nei gesti dei piccoli studenti dell’ “I.C. Omodeo” di Scisciano, che a Montecitorio si sono incontrati con le ambasciate di tutta Italia. 

Con gioia, il presidente Mannino e tutti i relatori hanno accolto la nostra delegazione, che ha ufficialmente manifestato la propria adesione al cammino culturale del Parlamento della legalità internazionale. La Dirigente Rosanna Lembo ha espresso grande entusiasmo per il movimento culturale del Parlamento della legalità internazionale e ha sottolineato: “È un’opportunità straordinaria di crescita per tutti con l’obbiettivo primario di consegnare cittadini migliori alla società”. Vivi ringraziamenti sono stati rivolti ai primi cittadini dei Comuni di Scisciano e San Vitaliano, che hanno da subito manifestato il proprio sostegno al cammino culturale, offrendo il viaggio a tutta la delegazione della scuola. 

Un ulteriore gesto nel segno della cooperazione, della sinergia tra scuola e territorio per promuovere i valori fondanti di crescita e formazione del cittadino consapevole. E su questi valori si sono incontrate le riflessioni dei relatori che hanno sostenuto l’importanza del rispetto, dell’amore per l’altro, la solidarietà alla città di Genova dopo il crollo del ponte Morandi.

Vibranti le emozioni durante la proiezione di un documentario, girato dagli studenti di Genova, proprio dopo il crollo del ponte. Tanti i messaggi di solidarietà per Genova che anche i nostri studenti hanno presentato a Montecitorio, comunicando con i colori della speranza, con la forza delle parole, tracciando una rotta del cuore, che dai Comuni di Scisciano e San Vitaliano, attraverso le parole intrise di giustizia e amore, arriva fino a Genova. E poi un religioso silenzio ha accompagnato la testimonianza del papà di Carolina Cricchio, una giovanissima vittima del cyberbullismo, che si è suicidata a causa di un video diffuso su Facebook dagli amici. 

Il presidente Nicolò Mannino ha ribadito l’importanza dell’impegno di ciascuno in questo cammino di grande responsabilità. La Campania ha risposto all’invito del Parlamento della legalità internazionale con una mobilitazione di massa, coinvolgendo giovani studenti, tutte le ambasciate finora insediate nella Regione e delegazioni di nuove scuole che hanno chiesto di aderire. Soddisfatta la Coordinatrice per la Regione Campania, prof.ssa Floriana Nappi che ha sottolineato: – “Il Parlamento della legalità internazionale è un’opportunità imperdibile di crescita confronto e scambio culturale non solo per gli studenti, ma – sottolinea la coordinatrice –  per la società tutta. Tanti i progetti, le sinergie, gli scambi culturali realizzati e altrettanti ancora da vivere, grazie anche all’ingresso nella famiglia del Parlamento, del magistrato Anna Ida Capone.  Particolare attenzione avranno proprio gli incontri con i veri eroi del quotidiano perché i giovani hanno bisogno di modelli luminosi da emulare e”. 

Il presidente Mannino ha voluto chiudere l’incontro con un messaggio di gioia e di speranza attraverso il canto della piccola Greta, vincitrice dello zecchino d’oro.  E con Mannino e Sardisco, i nostri studenti hanno cantato la gioia della legalità, consegnando a Montecitorio la promessa di un impegno concreto.

Prof.ssa Floriana Nappi